NEWS "Anniversario beatificazione 20 ottobre 2016"

Un momento di Paradiso

Bambini 000

Domenica 6 Novembre, la Cappellina della Beata Liduina spalanca le sue porte per accogliere tutte le coppie di sposi che tante volte sono arrivate qui a pregarla di intercedere presso il Signore per il dono di un figlio.

Anche oggi ci  ritroviamo in molti nella cappellina  per ringraziare Dio del dono dei nostri figli.Aspettiamo sempre con ansia questo giorno per vivere con le nostre famiglie un momento di paradiso. Mi piace definire questa giornata così in quanto è proprio quello che si respira, in questo giorno. Come ogni volta, quando ci ritroviamo, respiriamo la vita, la vita che cresce, la vita donata con gratuità dal Signore. In questo mondo dove purtroppo la vita non ha più nessuna importanza, dove la vita viene soffocata, maltrattata, non accettata, in questa cappellina, a molti ancora sconosciuta,  questa stessa vita diventa gioia armonia, allegria amore infinito di Dio.

Si, perché se non sappiamo rispondere alla domanda del " perché Dio ancora ci ama" qui in queste domeniche passate insieme troviamo la risposta.

Ogni bimbo che nasce porta con se l'amore puro e incondizionato che Dio Padre nutre verso noi e grazie a Suor Liduina che intercede per noi, Egli elargisce con abbondante grazia questo miracolo, il miracolo della vita!

Grazie suor Liduina

Una mamma

 

Testimonianza di Davide e Sabrina

Eccomi qua, ciao a tutti, mi chiamo Elia sono nato il 19 ottobre del 2012 portando un’indescrivibile gioia nei cuori di mamma Sabrina e papà Davide.

Però, vorrei raccontarvi un po’ la mia storia, di quanto i miei genitori mi hanno desiderato, e di quanta fiducia hanno riposto in Suor Liduina… Il tutto inizia il 18 luglio del 2009, quando per puro caso la mia mamma e il mio papà hanno conosciuto una persona, che è stata determinante in tutte le vicende che si sono susseguite.

Il suo nome è Vanni, un amico di mia zia Raffaela, la sorella del papà, che proprio quella sera anche lui, dopo un sacco di tempo che non si vedevano, era passato a casa della zia per prendere un caffè. leggi tutto

TESTIMONIANZA DI ANTONELLA E GIULIANO

Cara Beata Liduina, come Tu ben sai siamo Antonella e Giuliano mamma e papà di tre bimbi, di cui due gemelli, Daniele e Marianna, che con il loro fratellino Gabriele, arrivato dopo solo 14 mesi dai gemelli, ed altri splendidi bambini costituiscono i preziosi doni che grazie alle Tua intercessione il Signore ha voluto donare a tante famiglie che si sono rivolte a Te per ricevere la grazia di un bimbo. leggi tutto

TESTIMONIANZA DI ANTONELLA E RUGGERO

Nell'anno 2003… sposati ormai già da quattro anni, eravamo contenti della vita che facevamo, avevamo un lavoro che ci piaceva, ci divertivamo, ci amavamo, avevamo una bella compagnia di amici e ci piaceva fare dei bei giri in moto assieme ad altre coppie di ragazzi.

Ad entrambi piacevano molto i bambini; all'inizio del matrimonio non ci pensavamo più di tanto ad averne uno nostro, ma poi... circondati da ben 14 nipotini, e da figli di amici... iniziammo a sentirne un gran desiderio. Iniziammo così a provare ad avere un bimbo... Il tempo passava, ma i risultati non arrivavano, cominciammo a preoccuparci e a fare qualche esame per capire se ci fosse qualcosa in noi che non andava. Molto presto scoprimmo che entrambi avevamo dei problemi fisici legati anche al nostro passato (un tumore alle ovaie Antonella, varicocele Ruggero) ... leggi tutto

TESTIMONIANZA DI CATERINA E CARLO

Il mio approccio con Suor Liduina è avvenuto attraverso la mia mamma, che già la conosceva, quando ha iniziato a portarmi con lei a far visita alla sua tomba. In uno di questi incontri, suor Igina ( una Suora anziana che era stata con la Beata Liduina in Etiopia) mi diede un’immagine di suor Liduina dicendomi di custodirla in macchina, in quanto mi avrebbe protetta nei miei spostamenti.

Da allora non l’ho più tirata fuori dal cassetto portaoggetti. leggi tutto

Si volentieri subito

Beata 01

"Si volentieri subito"
ripeto anche oggi, sollecitata dall'Amore ad essere un cuore aperto per tutti coloro che sono nel dolore